Trasgressione o Dipendenza?

Una recente ricerca internazionale ha dimostrato che sempre più uomini decidono di pagare per ricevere in cambio prestazioni sessuali. Il motivo di questo risultato è da ricercare nelle trasformazioni che il mestiere più antico del mondo ha subito negli ultimi anni.

Innanzi tutto bisogna rilevare che l'aggettivo “antico” è stato sostituito con l'aggettivo “redditizio”, inoltre anche la figura professionale è cambiata sia nel nome (oggi si chiamano escort) che nella qualità (basta visitare un qualsiasi sito di annunci di escort per farsi un'idea della bellezza di queste dame di compagnia).

Ma chi sono i clienti delle escort e perchè sono così attratti da queste fantastiche donne? Lo abbiamo chiesto ad un frequentatore di escort che per motivi di privacy chiameremo Roberto.

GP: Ciao Roberto, comincia col dirci qualcosa di te, età, professione ecc...
R: Beh! vi dico solamente che ho da poco superato i quarant'anni.

GP: Sei sposato?
R: Si.

GP: Da quanto tempo frequenti il mondo delle escort, e come hai cominciato.
R: La prima volta è stata quasi per caso. Qualche anno fa sono partito per lavoro e sono arrivato in albergo in abbondante anticipo. Mentre mi trovavo nella hall attendendo che si rendesse disponibile la mia stanza, ho visto uscire dall'ascensore una persona con cui avevo collaborato in passato seguito da una donna bellissima. Avevo avuto modo di conoscere sua moglie ed ero certo che non era la donna che avevo visto uscire con lui dall'ascensore. Ovviamente gli sono andato incontro per salutarlo e, dal momento che la sua accompagnatrice si era mantenuta distante non ho perso l'occasione per complimentarmi con lui per la conquista. La sua risposta fu un secco “costa un po', ma ne vale la pena...”. Lì per lì non capii e rimasi senza parole. Fu lui a rompere il ghiaccio dicendomi “chiamala e non te ne pentirai” mentre contestualmente mi porgeva un biglietto da visita con sopra il nome ed il numero di telefono dell'accompagnatrice. Ho provato a desistere, ma la visione di quella donna bellissima si era incastonata nel cervello e mi ha accompagnato per tutta la giornata ed alla fine non ho resistito e l'ho chiamata. Da quel giorno ogni mio viaggio di lavoro è sempre una nuova avventura.

GP: hai detto di essere sposato, cosa cerchi in una escort che tua moglie non possa darti.
R: Sai molti pensano che farsi accompagnare da una escort sia solo una questione di sesso o un modo per compensare le lacune sessuali della propria compagna. Per me non è così, io amo mia moglie e mi sento soddisfatto da lei. La compagnia di una escort per me è solo un gioco fatto di trasgressione, un modo per sfuggire alla routine di ogni giorno.

GP: Fai sesso con tutte le escort che incontri?
R: Certo che no! Ti ho già detto che il fine non è il sesso, ma la trasgressione che si cela nella situazione che si viene a creare.

GP: Frequenti anche escort trans?
R: Si è capitato, ma ne riparliamo in un'altra intervista...

GP: Cosa rispondi a chi sostiene che frequentare le escort possa alimentare la strumentalizzazione della donna?
R: Credo che se non c'è costrizione non c'è strumentalizzazione. Non ho mai costretto nessuno a venire con me, pertanto ritengo non ci sia mai stato nessun tipo di strumentalizzazione o sfruttamento. Ognuno e libero di frequentare chi vuole, o no?

GP: Credi di avere una dipendenza?
R: No, solitamente chi è dipendente da qualcosa trova pentimento subito dopo averla ottenuta, io non mi pento della vita che conduco perchè mi piace.

GP. Grazie
R: Grazie a te.